Migliandolo: I Tutùru in scena con “Paese mio”

i-tuturu

Martedì 31 luglio (inizio alle 21,15) terminano i festeggiamenti patronali della Madonna della Neve a Migliandolo con il ritorno in palcoscenico della compagnia teatrale I Tutùru: dopo sei anni di assenza dalle scene, il gruppo locale proporrà “Paese mio”, di Paolo Raviola, la prima commedia dialettale presentata nel 1991, anno del suo debutto. Accanto ad alcuni fondatori della compagnia, altri attori che negli anni hanno sostituito i veterani. La trama. Carlìn, che ha fatto fortuna a Torino come macellaio, torna finalmente per una vacanza al paese natio con la moglie e la figlia: qui ritrova gli amici d’infanzia, i ricordi, la serenità e farà di tutto per non abbandonare più le proprie radici. Questi gli interpreti ed i personaggi in ordine di apparizione. Livio Ponchione (don Martìn, il parroco), Bruno Abluton (Mini, l’oste), Luigi Raviola (Cicòtu, un anziano del paese), Giorgio Trevisiol (Toni, un contadino), Giancarlo Guarnero (Baldìn, il postino), Franca Guarnero (Ieta, la mamma di Carlìn), Vittorio Raviola (Toju, fratello di Toni), Lauretta Civiero (Ginota, moglie di Mini), Elio Ponzone (Carlìn, il protagonista), Giovanna Damiano (Teresa, moglie di Carlìn), Chiara Camilleri (Anna, figlia di Carlìn), Paolo Raviola (Salvatore Lo Sorcio, guardia campestre), Piermatteo Ponzone (Alessandro Palissandro), Stefano Stival (Bambi). Musiche di Paolo Raviola. L’ingresso è gratuito. Al termine dello spettacolo la pro loco offrirà agli spettatori un piatto di penne e un bicchiere di Barbera. Nella foto: I Tutùru in una vecchia immagine di repertorio

Comments are closed.