Due appuntamenti il 25 con Asti Teatro 40

vetrano-e-randisi

La rassegna Asti Teatro 40, lunedì 25 giugno propone due appuntamenti. Si comincia alle 20 allo Spazio Kor con “La scortecata”. Narra la storia di un re che s’innamora della voce di una vecchia, la quale vive in una catapecchia insieme alla sorella più vecchia di lei. Il re, gabbato dal dito che la vecchia gli mostra dal buco della serratura, la invita a dormire con lui. Ma dopo l’amplesso, accorgendosi di essere stato ingannato, la butta giù dalla finestra. La vecchia non muore ma resta appesa a un albero. Da lì passa una fata che le fa un incantesimo e diventata una bellissima giovane, il re se la prende per moglie. In una scena vuota, due uomini, a cui sono affidati i ruoli femminili come nella tradizione del teatro settecentesco, drammatizzano la fiaba incarnando le due vecchie e il re. Basteranno due seggiulelle per fare il vascio, una porta per fare entra ed esci dalla catapecchia e un castello  in miniatura per evocare il sogno. Testo e regia di Emma Dante, che ha curato anche elementi scenici e costumi, con Salvatore D’Onofrio, Carmine Maringola; Cristian Zucaro alle luci, assistente di produzione Daniela Gusmano, assistente alla regia Manuel Capraro. Si prosegue alle 22 nella Chiesa del Gesù con “Totò e Vicè”. Con una quasi quarantennale collaborazione sul palcoscenico, nella scrittura e nella guida degli attori, Enzo Vetrano e Stefano Randisi (foto) hanno scelto per esprimere la loro poetica, la complementarietà, la dialettica, attraverso un confronto che vive in una doppia identità, sovrapponibile e contraria. Da qui l’incontro con Totò e Vicé, poetici clochard nati dalla fantasia di Franco Scaldati, poeta, attore e drammaturgo palermitano recentemente scomparso, nelle cui parole, gesti e pensieri si sono subito ritrovati. Due personaggi teneri, legati da un’amicizia reciproca assoluta, che vivono di frammenti di sogni in bilico tra la natura e il cielo, in un tempo imprendibile tra passato e futuro, con la necessità
di essere in due, per essere. Regia e interpretazione Enzo Vetrano, Stefano Randisi, disegno luci Maurizio Viani, costumi Mela Dell’Erba, tecnico luci e audio Antonio Rinaldi.

Comments are closed.