Portacomaro: Festa della Musica da venerdì a domenica

jazz-at-orchestra

Fino agli Anni Sessanta, quando i nostri paesi erano ancora caratterizzati da un’economia prevalentemente agricola, la musica era di casa: si sentiva cantare nelle osterie e sulle piazze, la banda musicale era presente in ogni centro, anche nei comuni più piccoli. Durante l’inverno i ragazzi non rimanevano inchiodati davanti al televisore, al computer o alle slot machines, ma andavano a “scola ‘d musica” e alcuni di loro, se avevano talento e un po’ di quattrini per proseguire gli studi, magari prendevano il volo e da quella adolescenziale passione nasceva una professione. Poi, anno dopo anno, le bande paesane divennero sempre meno folte, alcune cessarono l’attività. Portacomaro è riuscito a mantenere questa tradizione e la festeggia nel fine settimana con tre serate dedicate alla musica ma soprattutto alla sua inossidabile banda. Centoventi anni fa, nel 1893, alcuni giovani portacomaresi appassionati di musica decisero di conoscere le note e la lettura musicale: si trovarono i soldi per ingaggiare un maestro, i locali per la scuola di musica e, all’Epifania del 1895, la Banda Musicale Comunale di Portacomaro esordì in pubblico. In oltre mezzo secolo anche questa formazione ha visto momenti di splendore e altri di crisi, determinati dal cambiamento della società e dei costumi, ma ha saputo adattarsi ai tempi e non ha ceduto le armi. Oggi l’associazione conta trentotto soci musici e oltre cinquanta allievi dei corsi d’orientamento; sono insegnati tutti i principali strumenti bandistici oltre la chitarra ed il pianoforte, con il coinvolgimento della scuola dell’infanzia, elementare e media di Portacomaro. La recente attivazione degli indirizzi di propedeutica e di canto ha destato grande interesse e molte adesioni tra i più giovani. Per festeggiare l’importante anniversario la Banda Musicale Comunale di Portacomaro ha organizzato la Festa della Musica, che si terrà da venerdì 21 a domenica 23 giugno. Alle 21 di venerdì in piazza Camia (Vigna Nuova) la Banda Musicale Comunale di Portacomaro diretta del Maestro Marco Scassa si esibirà in concerto insieme al soprano Elisa Spizzo. Interverranno la Banda Musicale Comunale di Agliano “Maria Gianussi” diretta dal Maestro Cristian Margaria, l’orchestra giovanile di Portacomaro diretta dalla Maestra Sara Malandrone e i partecipanti ai laboratori “Musichiamo”. La serata di sabato comincerà alle 21 alla Casa della Musica (vicino alla Palestra Comunale) con il recital in piano solo di Lorenzo Morra,  che proporrà musiche di Beethoven, Chopin, Liszt, Mendhelsson, Brahms. Alle 22 nel cortile dell’Asilo il  Quintetto Wolf eseguirà il Quintetto per clarinetto K581 di Wolfgang Amadeus Mozart. La formazione, nata nel settembre del 2011, è composta da cinque studenti del conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino: Gabriele Schiavi, Chiara Carrer (violini), Francesco Vernero (viola), Giulio Sanna (violoncello), Antonio Capolupo (clarinetto). Hanno vinto il primo premio assoluto al concorso internazionale Città di Asti, ottenendo il massimo del punteggio nella categoria musica da camera e il premio del riconoscimento del pubblico. Subito dopo, alle 23, ancora nel cortile dell’Asilo, sarà la volta del Betti Zambruno Trio nel progetto“Sguardi”. Il repertorio va dalle antiche ballate popolari alle canzoni d’autore, trasmigrando dal folk al jazz. Diversi i temi: dalla società contadina alle figure di donne, dal lavoro all’amore con tanti “sguardi” musicali con Betti Zambruno (voce), Piercarlo Cardinali (chitarra e cornamuse), Gianpiero Malfatto (trombone). Si torna nel cortile dell’Asilo alle 21 di domenica 23 per il concerto conclusivo, organizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale When The Saints. Protagonisti saranno i partecipanti ai laboratori musicali JAZZ.AT, svoltisi a Portacomaro. Si alterneranno tre formazioni: Equinox Ensemble, Sax Ensemble e JAZZ.AT Orchestra (foto), con la partecipazione dei docenti dei corsi, Gianni Virone (sassofono), Fabio Giachino (pianoforte), Sonia Schiavone (voce), Matteo Ravizza (contrabbasso). Ci sarà anche un grande ospite, il trombettista Felice Reggio, per una serata interamente dedicata al Jazz. L’ingresso è libero e in caso di maltempo tutti i concerti avranno luogo al coperto. Durante le tre serate la Bottega del Grignolino proporrà degustazioni di vini portacomaresi. Il programma della festa e tutte le iniziative musicali sono consultabili sul sito www.casadellamusicaportacomaro.it.     pr

Comments are closed.